Sicilia- Cava d´Ispica- Abitazioni, ipogei, oratori sacri pagani e non.

Cava d´Ispica e´un canyon, 14 km che tra Ragusa Modica e Ispica offre all´escursionista la possibilita´ di visitare cave, abitazioni rupestri e ipogeni di eta´antichissima. Il percorso in alcuni tratti e´angusto e solo con una guida esperta e´ consigliabile avventurarsi. I sentieri turistici son comunque esaurienti per un tour archeologico di notevole fascino.

palazzina cond

Son state abitazioni ma anche sepolcri e anche oratori monastici, infatti la “grotta dei santi”, una delle piu´ visitate e famose presenta raffigurazioni sacre nelle pareti. In preistoria gli insediamenti furono molti poiche´ la gola era un luogo per difendersi e nascondersi da nemici o predatori. Con il tempo, a rafforzare il tutto, alcuni sbarramenti furono costruiti dai Siculi per meglio tutelarsi dai pericoli esterni.

 collina

cinta

Il fiume sul fondo della cava forniva acqua in abbondanza per persone, animali e vegetali. Il torrente Pernamazzoni infatti e´importante a livello etimologico perche´Ispica potrebbe significare “verso le sorgenti” ed un tempo probabilmente era un corso d´acqua navigabile. Edera, salvia ulivo e borraggione son le piante piu´ comuni mentre lepri, volpi, gufi, bisce e vipere son la fauna locale. La parte funebre e´stata studiata e ristudiata perche´fornisce una carrellata di cimiteri di svariate epoche: con tombe “a forno” sicule, catacombe cristiane, ipogei bizantini.  Notevole e ben conservato e´ il Ginnasio con antiche iscrizioni allo scopo di riservare i posti a sedere degli anziani in luogo differente da quello dei giovani. 

ipogeo ipo

ginnas

ginninterno

Le “grotte cadute” sono uno splendido esempio di come internamente, tramite scale a pioli, gli antichi, potessero spostarsi su piu´livelli. Scavando crearono veri condomini e palazzi rupestri.

palazz 

 

Sicilia- Cava d´Ispica- Abitazioni, ipogei, oratori sacri pagani e non.ultima modifica: 2015-04-01T13:15:48+00:00da bittersweet77
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento