TURCHIA- ISTANBUL- LA CISTERNA BASILICA DI YEREBATAN E IL MITO DI MEDUSA.

Non mi soffermo su Istanbul e le sue meraviglie perche´e´una citta´ talmente ricca di storia e fascino che mozza il fiato. In antichita´spesso si trovo´in difficolta´idriche, seppur costruita vicino ai canali questi erano strategicamente assediati dai nemici durante le guerre. Cosi´la costruzione di cisterne interne alle mura si fece necessaria. Alcune sono coperte altre aperte, tutte architettonicamente mirabili. Molte furono edificate sotto i palazzi nobiliari, vennero intonacate con malta speciale e fortificate per sopportare la pressione idrica secondo i modelli romani.

 Immagine 192

La piu´grande cisterna coperta visitabile si trova nei pressi di Santa Sofia. La cisterna Yerebatan, fatta costruire da Giustiniano intorno al 532. Vi si accede da una casa-biglietteria che non lascia presagire la struttura sottostante che e´un capolavoro non solo edilizio ma anche estetico. 

 Immagine 201

Luci rossastre sfumano i contorni di 336 colonne, di cui molte decorate, divise in una dozzina di fila. Della basilica ha l´atmosfera e qualcosa di mistico aleggia se ci si sofferma sull´elemento acqua. Un tempo, colma, forniva 80.000 metri cubi di questa che vennero, in epoca bizantina, sfruttati dal Palazzo Topkapi. Oggi si cammina su una passarella in legno e si possono scorgere pesci e pesciolini guizzare tra le colonne nei metri d´acqua ancora presenti.

Immagine 191

Un acquario che ha anche un tocco di mistero ed esoterismo. Durante i primi restauri la impreziosirono con elementi simbolici. Un paio di colonne, di fatto, son particolarmente illuminate nonostante la penombra della struttura.

1-              La colonna detta “delle lacrime”, questa ha  goccie scolpite lungo tutta la sua altezza. Una delle lacrime presenta un foro e chi vi introduce il dito, si dice, sara´ libero dalle lacrime di tristezza e non da quelle di gioia.

colonnalacrime

Immagine 200

2-            Le colonne di MEDUSA: Son 2 colonne che poggiano su enormi teste scolpite della gorgone. Son posizionate non frontali ma una rovesciata e una di profilo a voler esorcizzare il suo “dono” di poter pietrificare chi la fissa negli occhi.

medusa2

medusa

MEDUSA era una delle tre gorgoni. Tre sorelle mostruose che rappresentavano le tre perversioni: Sessuale, morale e intellettuale. Persefone volle Medusa, l´unica mortale delle 3, come guardiana degli inferi. Perseo la decapito´e la sua testa venne poi inserita nello scudo di Atena. Una delle versioni differisce, spiegando che le gorgoni non erano mostri con artigli e ali ma in origine donne di straordinaria bellezza che suscitarono l´ira di Atena. Diodoro Siculo narro´invece che le gorgoni furono un popolo composto da donne-guerriere.

TURCHIA- ISTANBUL- LA CISTERNA BASILICA DI YEREBATAN E IL MITO DI MEDUSA.ultima modifica: 2015-02-25T12:31:45+00:00da bittersweet77
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento