SICILIA- Sant´ALFIO, il MILLENARIO CASTAGNO DEI 100 CAVALLI e i 3 giri SCARAMANTICI

Fino a qualche decennio fa si credeva che il “grande cipresso del Messico” fosse l´albero, tra quelli conosciuti, con la circonferenza piu´ grande, ma un team di botanici  ha dichiarato che “il castagno dei 100 cavalli” Siciliano lo supera. (50 metri se si considerano i tre tronchi basilari insieme)

frontale

Se non e´ il piu´ antico del mondo sicuramente risulta esserlo d´Europa. ( Ha piu´di 2000 anni)

profiloalbero

Molte leggende ruotano intorno a questo, e numerosi scrittori e poeti lo citarono nelle loro opere o in semplici taccuini di viaggio. Il clima Siciliano e l´Etna influenzando geologicamente la zona hanno sicuramente contribuito a rendere le localita´ intorno al vulcano singolari.

troncodettaglio

Il castagno dando i suoi frutti a guscio era considerato magico. Per  i celti e altre popolazioni gli alberi sono dei templi veri e propri, con la loro linfa e le loro vibrazioni sono dei canali di comunicazione tra l´essere umano razionale e l´inconscio colletivo. Teoria dovuta anche al fatto che l´essere umano si decompone in terra ma tramite l´evaporazione dell´umido risale al cielo ricadendo sotto forma di pioggia e abbeverando piante ed arbusti che, cosi´, sarebbero scrigni di memoria e saggezza universale. 

Lo stesso Herman Hesse scrisse “Chi sa ascoltare e interpretare il linguaggio degli alberi conosce la verita´”

profilosud

L´esemplare in questione prende il nome da un racconto secondo il quale Giovanna D´Angio´ o Giovanna D´Aragona durante un viaggio con il proprio seguito si dovette rifugiare sotto codesto albero per proteggersi da un temporale. Trascorsero l´intera notte sotto le sue fronde, alcuni sostengono maliziosamente in modo orgiastrico, galvanizzati dall´ energia elettrostatica e dall´aria satura di ioni dovuti alla tempesta.

Esiste un rituale scaramantico per far si che le turbolenze della vita non ci distolgano dai nostri obiettivi: lo spirito dell´albero accogliera´ la nostra preghiera se compiamo tre giri in senso orario intorno al suo tronco meditando sui nostri desideri di realizzazione e riuscita.

 poesia

Il castagno fu citato per la prima volta nel 16 sec. da Pietro Carrera di Militello nei suoi libri “Del Mongibello” in seguito nel 1800 dal poeta catanese Giuseppe Borrello, da pochi anni invece e´ monumento per la pace UNESCO.

unesco

SICILIA- Sant´ALFIO, il MILLENARIO CASTAGNO DEI 100 CAVALLI e i 3 giri SCARAMANTICIultima modifica: 2014-11-10T12:59:18+00:00da bittersweet77
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento